Tra innovazione sociale e immaginazione civica: il rilancio di centri e periferie che parte dalla collaborazione con le persone

Il talk sarà un momento di confronto tra amministrazioni locali che hanno realizzato progetti riguardanti l’innovazione sociale, i beni comuni, il rilancio delle periferie e city maker, innovatori, attivisti che nei territori stanno accompagnando i governi locali nella creazione di nuove opportunità di socialità e impresa creativa.

Progetti come Gen Y City e Incredibol che hanno visto Bologna protagonista o il network URBACT BoostInno – Boosting Social Innovation che ha visto Torino e Milano collaborare con realtà come Barcellona e Parigi saranno il punto di partenza per evidenziare quanto la collaborazione tra comuni e innovatori stia gradualmente ridefinendo il ruolo dei governi locali come soggetti capaci di abilitare chi vuole fare impresa e rigenerazione urbana dal basso e in maniera partecipativa.

Il panel si concentrerà su esperienze che negli ultimi anni hanno favorito la creazione di nuova imprenditorialità, soprattutto nelle periferie, e sulle forme innovative di collaborazione tra amministrazioni locali, fondazioni e imprese nazionali e del territorio.

L’impatto di tali azioni sui quartieri in cui stanno sviluppandosi sarà il tema al centro del dialogo tra amministratori, attivisti e operatori che disegnano dal basso l’Italia dell’innovazione e che metteranno in evidenza il profilo delle città che favoriscono la collaborazione fra attori diversi, nell’ambito di politiche pubbliche abilitanti e capaci di produrre impatti concreti.

Nel corso del talk saranno raccontate anche esperienze innovative come quelle realizzate a Bari nel Quartiere Libertà, ovvero Officina degli Esordi e Spazio 13, che dimostreranno in maniera pratica il legame tra i temi dell’innovazione sociale e della creazione di impresa creativa e il territorio, coinvolgendo a sua volta le rispettive comunità di riferimento (maker, innovatori, etc) che stanno contribuendo a rendere Bari uno dei laboratori di innovazione urbana più dinamici del Mezzogiorno.

Il panel coinvolgerà anche realtà europee come Lisbona e Aalborg che sono partner di Bari nel Transfer Network URBACT appena approvato Com.Unity.Lab, che punta a replicare in Italia il modello di innovazione sociale e sostegno all’impresa nei quartieri in crisi avviato a Lisbona, che ha favorito la creazione di un sistema di partnership tra associazioni di numerosi quartieri del centro e della periferia della capitale portoghese.